WET FILAMENT WINDING

BOCCOLE AUTOLUBRIFICANTI - DUROBEARING™

Durobearing™ è il marchio registrato di Saver che identifica le sue boccole autolubrificanti in materiale composito e rappresenta una soluzione tecnologicamente avanzata ed affidabile.
Durobearing™ è composto da fibre altamente performanti ed è realizzato secondo tecnologie e processi sviluppati direttamente da Saver per ottenere un prodotto di larga scala con performance superiori.
Le boccole autolubrificanti in materiale composito sono state sviluppate negli anni '50 e '60 per applicazioni aerospaziali. La funzionalità dei veicoli spaziali e dei satelliti deve necessariamente essere affidabile e priva di manutenzione. Negli anni '90, una volte comprese le loro speciali proprietà, i maggiori produttori iniziarono ad introdurre le boccole autolubrificanti in materiale composito; oggi, questi prodotti sono un componente standard per i produttori industriali di meccanica pesante, per le attrezzature in campo agricolo e per i cilindri pneumatici ed idraulici. Le boccole autolubrificanti in composito hanno sempre più rimpiazzato le boccole metalliche che necessitano di specifici sistemi di lubrificazione.

Durobearing™ è l’ideale per alti carichi, applicazioni con basse velocità o laddove la lubrificazione tradizionale è di difficile applicazione, costosa o nociva.

Qui di seguito vi sono alcuni esempi dei settori di applicazione per il Durobearing™ :

  • Aerospaziale e Difesa
    • Sistemi di controllo (connessioni del pivot dell’aereo, controlli di volo, giunti cardanici, sistemi di apertura dei portelloni, connessioni dei carrelli di atterraggio, assemblaggi dei rotori principali e di coda degli elicotteri, lanciamissili, rampe di carico)
  • Agricoltura
    • Sistemi di irrigazione, trattori e accessori, mietitrebbiatrici
  • Automotive
    • Macchinari per autolavaggi, sistemi di sospensione, piattaforme aeree e sistemi di parcheggio meccanici, assemblaggi di perni
  • Processi chimici
    • Valvole a farfalla
  • Telecomunicazioni
    • Antenne rotanti
  • Installazioni energetiche
    • Energia eolica, fotovoltaico
  • Alimentare
    • Inscatolamento ed imbottigliamento
  • Idraulica
    • Cilindri idraulici, attuatori rotanti
  • Acque
    • Dighe, strutture per le acque reflue
  • Marina (mezzi nautici sottomarini e di superficie)
    • Machine per i ponti delle navi, timoni, montacarichi, porte a tenuta stagna, sistemi per gli ormeggi, lancia scialuppe di salvataggio
  • Movimentazione e logistica di stabilimento, Costruzioni, Attività forestali e di progettazione di giardini
    • Carrelli elevatori, piattaforme aeree e bracci meccanici, sollevatori a forbice, gru, sponde montacarichi, escavatori, pinze e ragni di sollevamento, benne
  • Medicale
    • Sedie e tavoli per pazienti
  • Attività mineraria
    • Sistemi di sollevamento
  • Recupero dei rifiuti
    • camion, compattatori
  • Robotica
    • Giunti di articolazioni

Durobearing™ è prodotto in Filament Winding e impregnato con resine termoindurenti. Questa leggera ed efficiente boccola in materiale composito presenta un liner di Teflon™ (Teflon™ è un marchio registrato di Du Pont de Nemour) ed è caratterizzata da un’elevata capacità di carico che ben si presta alla gestione di frequenti “start and stop”. Le sue proprietà autolubrificanti consentono progettazioni di ampio valore.

Durobearing™ può contenere movimenti rotatori, oscillatori e di scorrimento e offre un’eccellente affidabilità, includendo le seguenti caratteristiche e benefici:

  • Autolubrificante a secco
    • Assenza di manutenzione, elimina la necessità dei sistemi di ingrassaggio
    • Funzionante in ambienti inaccessibili
    • Ideale per materiali che devono evitare contatti con i lubrificanti
    • Rispetta l’ambiente
    • Riduce i costi operativi e di riparazioni in garanzia
    • Riduce significativamente i costi di assemblaggio dei sistemi
  • Stabilità dimensionale e termica, resistente alla corrosione ed agli agenti chimici
    • Opera in condizioni subacquee e in ambienti ostili come l’acqua marina, i detergenti, l’alcool e gli ambienti acidi
    • Resiste alle temperature estreme (sia basse che alte) e consente una lunga durata
    • Di facile lavorazione per soddisfare esigenze progettuali specifiche, comprese forme geometriche complesse
    • Può operare con una varietà di diversi materiali di alberi di acciaio
  • Materiale composito avanzato

    liner di Teflon™ (Teflon™ è un marchio registrato di Du Pont de Nemour) con un coefficiente di attrito bassissimo
    • Possibilità di dimensionamento personalizzato
    • Bassi costi di conversione iniziali
    • Resiste agli shock
    • Coefficienti statici e dinamici molto vicini, con eliminazione del fenomeno di “stick-slip”
    • Bassa usura di albero e cuscinetto
    • Basso assorbimento di energia per l’avvio e l’esercizio
    • Temperatura mantenuta entro i parametri operativi
  • Non conduttivo e non magnetico
    • Può servire da materiale isolante
    • Non consente il fenomeno di corrosione galvanica
  • Press fit e gioco ridotto
    • Facilità di assemblaggio – non servono anelli di fermo
    • Nessuna rumorosità e assorbimento di vibrazioni
    • Migliorata resistenza all’abrasione

Il nostro servizio di base parte dal contatto iniziale con il cliente finalizzato alla comprensione delle esigenze tecniche e di business, nonché delle condizioni ambientali ed operative alle quali la boccola dovrà essere messa in uso. Saver ha esperienza nel coordinare le esigenze di business e funzionali per poter fornire una boccola in composito in tempi brevi. Il nostro ufficio tecnico è a disposizione del cliente per valutare come ottimizzare le applicazioni anche proponendo soluzioni “su misura”.

La collaborazione di Saver con il cliente non termina all’assemblaggio della boccola ma continua in team insieme al cliente per esplorare nuove idee e tecniche, alla costante ricerca di tutte le possibili ottimizzazioni.

Saver detiene propri laboratori tecnologici per i test, i controlli e il miglioramento del prodotto e delle sue performance. Attrezzature specifiche sono utilizzate per sottoporre la boccola in composito a test di resistenza all’usura. I cicli del test possono essere condotti in modalità di rotazione in continuo, oscillazione o traslazione. Testiamo carichi dinamici  fino a 50,000 kg (110,230 lbs.) e misuriamo costantemente i seguenti parametri: il carico applicato, la coppia, il coefficiente di attrito, la resistenza all’usura, la temperatura.

La tecnologia e le attrezzature a nostra disposizione ci permettono di realizzare la nostra linea di Durobearing™ in conformità con le richieste e i progetti del cliente, non solo in termini di diametri non standard, ma includendo geometrie speciali e configurazioni di fori, per esempio:

  • Boccole flangiate da uno o entrambi i lati
  • Cuscinetti di spinta
  • Boccole con superficie esterna autolubrificante
  • Boccole con superfici interne ed esterne autolubrificanti
  • Boccole chiuse
  • Boccole circolari con tagli esagonali o squadrati
  • Boccole con lavorazioni meccaniche particolari (tornitura interna o esterna, foratura etc.)
  • Boccole stampate con macchina tampografica
  • Grandi boccole fino a 1000 mm di diametro (39.37 in.)

Per completare il range di boccole per diverse soluzioni meccaniche, abbiamo sviluppato una serie di boccole sferiche autolubrificanti con un cuscinetto di acciaio inserito nel rivestimento in materiale composito. Utilizzando una tecnologia proprietaria e il miglior liner interno, Saver ha sviluppato una boccola articolata con eccezionali proprietà:

  • Coefficiente di attrito bassissimo
  • Bassissimo gioco nell’area tra la sfera d’acciaio e il materiale composito
  • Altamente resistente all’usura
  • Autolubrificante
  • In grado di lavorare con alti carichi
  • Nessuno effetto “stick-slip”
  • Bassa rumorosità
  • Assorbimento delle vibrazioni
  • Utilizzabile per un movimento oscillatorio e rotatorio continuo

Durobearing™ - Dati di Engineering

  •  
    metric units
    US units
  • Resistenza alla compressione
    450 MPa
    60,000 psi
  • Massimo carico statico
    200 MPa
    30,000 psi
  • Massimo carico dinamico (P)
    140 MPa
    20,000 psi
  • Velocità massima
    18 m/min
    60 ft/min
  • Massima Pressione e Velocità (PV)
    7.5 KN/cm2 m/min
    35,000 psi ft/min
  • Temperatura d’esercizio
    -190 °C to +170 °C
    -320 °F to +350 °F
  • Peso specifico
    1.9–2
    1.9–2
  • Coefficiente di attrito
    0.1–0.4
    0.1–0.4
  • Lunghezza massima raccomandata
    Doppio del diametro interno
  • Minima lunghezza raccomandata
    Metà del diametro interno

Caratteristiche raccomandate dell’albero per una performance ottimale:

  • Materiale cromato
    Lega d’acciaio
  • Durezza
    58 Rockwell C minimum
  • Trattamento Superficiale
    cromo, nitrato di cromo, nichelatura elettrolitica, mylonite
  • Rugosità superficiale
    0.2 microns

Risultati accettabili possono essere ottenuti anche con alberi che abbiano:

  • Materiale cromato
    Lega d’acciaio
  • Durezza
    20 Rockwell C minimum
  • Trattamento Superficiale
    cromo, nitrato di cromo, nichelatura elettrolitica, mylonite
  • Rugosità superficiale
    14 microns

Massimi carichi di boccole di diversi materiali

Durobearing™ ha un liner speciale, che gli conferisce un’eccezionale resistenza all’usura. Anche dopo centinaia di migliaia di cicli (in assenza di lubrificante) le condizioni della boccola e dell’albero sono ancora efficienti. Il grafico sottostante indica il calo di spessore in base al numero di cicli.

Durobearing™ contiene un liner di Teflon® che offre il minor coeffciente di attrito di qualsiasi fibra conosciuta. Inoltre, il coefficiente di attrito statico è molto più alto di quello dinamico, eliminando così il fenomeno di stick-slip (si vedano i Dati di Engineering). Con l’eliminazione dell’effetto stick-slip Durobearing™ permette una riduzione delle vibrazioni e della coppia di spunto necessaria per mettere l’albero in movimento, con un complessivo miglioramento della precisione.

Durobearing™ offre performance molto alte con materiali specifici che consentono caratteristiche eccezionali – robustezza strutturale del composito e un minimo coefficiente di attrito. Vale la pena notare che il coefficiente di attrito si riduce ad un livello di 0.01 con un incremento nel carico applicato e/o della temperatura, come illustrato nel grafico.